mercoledì 23 dicembre 2009

"My little red hood" 60 x 80 acrilic on beckrum


There's nothing more sexy than this fairy tale!
Don't 'ya think so??!

domenica 20 dicembre 2009

"Il forzuto Luca"- 60 x 80 acrilic on beckrum

"Culo per tutti, tutti per il culo!" 60 x 80 acrilic on beckrum

lunedì 14 dicembre 2009

New World Order- Coredus


Dopo un breve periodo trascorso a ritrarre committenti e amici, ecco che ritorno a fare sul serio illustrando l'ultimo personaggio de "I LEGGENDARI" in obbligo di presentazione.
Konrad Baciamella è il fondatore nonchè leader del mitico team di superoperai del ristorante Joe Barretto.
In un mondo a rischio di anarchia, delinquenza e soprusi, Konrad decise che l'unico modo di far fronte a demoni, mostri ed extracomunitari clandestini era riunire un nucleo protetto di uomini e donne speciali, al fine di scoraggiare le forze del male di qualsiasi aspetto.
Fratello maggiore di JJ, il potere di Konrad è la mente; dotato infatti di un QI superiore alla media, questo leggendario supereroe ha regalato al mondo numerose invenzioni e costruito per i suoi compagni di missioni infinite armi, oltre a svariati mezzi di trasporto che li hanno destinati nei più bui e profondi antri dell'universo.Koredus (nome in codice) ha un potente alleato in Nubi, una femmina di Dobermann da lui cresciuta e addestrata.
Questo era l'ultimo, più importante e fico personaggio!
Le prossime schede apparterranno ai nemici dei Leggendari.

SCHEDA TECNICA

NOME: Konrad Baciamella
ALIAS: Koredus
ETA': 31 anni
ALTEZZA: 178 cm
PESO: 70 kg
POTERI: intelligenza superiore a tutti/capacità di comunicare coi cani, in particolare Nubi, suo asso nella manica.

NUBI-SCHEDA TECNICA

NOME: Nubilia Moon
ALIAS: Nubi
ETA': 3 anni
RAZZA: Dobermann
POTERI: estremamente intelligente(come il padrone), agile e forte e fedele solo a Koredus.

lunedì 30 novembre 2009

Inneres Auge


"LA LINEA ORIZZONTALE CI SPINGE VERSO LA MATERIA; QUELLA VERTICALE VERSO LO SPIRITO." Mi reputo un discreto ammiratore del Chiambretti Night, ma non ho mai atteso la trasmissione così tanto come la notte in cui vi è stato ospitato Lui: Lo Maestro..il mistico e personalmete contagioso Franco Battiato.
Io di Francuzzo sono un FAN-ATICO; gran parte delle mie ricerche artistico/culturali trovano radice nelle sue influenze musicali e intellettuali.
Fiducioso di non omettere l'obbiettività che ad esempio manca ai fans di Vasco Rossi o Ligabue(universo sempre incompreso per il sottoscritto), confermo serenamente che le sue pellicole non mi hanno entusiasmato nemmeno un pò. Il Battiato regista è da dimenticare quanto da adorarne il percorso musicale nonchè cantautoriale.
Di Battiato sono uno dei tanti possessori di dischi originali al completo, comprendendo nella fatiscente collezione anche gli sperimentali lavori degli anni 60-70.
Questo giusto per intenderci sull'adorazione che manifesto al cospetto dell'artista che prediligo al pari di Lichteinstein, Picasso e Michael Jackson.

Puntualmente, ma non tanto da dormire sullo zerbino con scritto "welcome" di un Empire Records, ho acuistato per 18 euro e 90 centesimi il suo ultimo lavoro.
L'album "Inneres Auge" contiene tre pezzi inediti scritti da lui e dall'amico filosofo Manlio Sgalambro; ci sono inoltre le cover di una canzone inedita di Fabrizio De Andrè e di brani appartenuti a loro tempo a "Ferro Battuto" o "Mondi Lontanissimi", precedenti capolavori del cantautore siculo.
Franco Battiato è un fuckin'genius, trovo perennemente riferimenti personali nei suoi testi in qualunque fase la mia vita oltrepassi.
Questo "occhio interiore" scritto in tedesco è il titolo di un introspettiva maturata conseguentemente a esperienze trascorse e ripetute, sotto svariate o differenti sfaccettature umane, materiali per non dire spirituali.
Le nuove versioni di pezzi come "No time no space", "La quiete dopo un addio","L'incantesimo"e "Un'altra vita" sono moderatamente migliori a livello di sound (ma anche di voce)rispetto alle passate edizioni; per quanto concerne i brani inediti trovo suggestiva quanto innovativa la canzone che porta il nome del disco, mentre mi sono specchiato e, non solo per tale motivo ma per altri 10, commosso all'ascolto dell'ottava traccia di cui propongo un frammento straziatamente poetico:

"SAPESSI CHE DOLORE L'ESISTENZA,
CHE VEDE NERO DOVE NERO NON CE N'E'.
IL FATTO E'CHE NON POSSO PIU' TORNARE INDIETRO.
NON POSSO VIVERE CON TE NE'SENZA DI TE."

Consiglio l'acquisto a tutti i Coredisti connessi, o almeno lo scarico da internet, se non volete spendere soldi per Battiato. L'importante è ascoltarlo.
Meno male che Franco c'è...aggiungerei.

domenica 29 novembre 2009

New World Order- Superciaka


Se Supergirl è la cugina di Superman, il fato impone che Valentina Chambage sia imparentata con primo grado ai fratelli Baciamella.
La sua prima parola fu con sorpresa degli scienziati sovietici "ciaka!", e quell'esclamazione divenne in seguito il suo nome di battaglia.
Cavia dei servizi segreti russi, Valentina subì numerosi interventi in laboratorio. Il fine era sperimentare un misterioso e micidiale siero, creato per generare il perfetto soldato "rosso".
L'esperimento riuscì alla perfezione: ora Superciaka ha una forza stratosferica, può vedere attraverso i muri ed è in grado di volare percorrendo l'intera orbita terrestre.
Una volta presa coscienza delle sue capacità, Superciaka completò gli ultimi test fisici e psicologici per lasciare definitivamente l'Unione Sovietica e diffondere la dottrina comunista al resto del mondo.
Oggi è Superciaka anche per I Leggendari, ma volando per tutto il mondo in cerca di chi necessita il suo aiuto, non è mai puntuale alle riunioni.
Capita spesso che il suo intervento sia così tardivo da giungere in prossimità del mostro di turno quando i suoi compagni l'hanno ormai abbattuto....Che ci volete fare.
E' fatta così.

SCHEDA TECNICA

NOME: Valentina Chambage
ALIAS: Superciaka
ALTEZZA: 1,65
PESO: 45 kg
ETA': 23 anni
POTERE: volo,super-forza, super-vista, super-ritardo.

venerdì 27 novembre 2009

New World Order- Hurrah Candy


Paul Candid Hurricane é il più grande Chef del mondo secondo le guide Michelin, ma la sua reale identità è segreta a tutti.
Soggetto perennemente a fortissimi mal di testa, Paul può leggere il pensiero di chiunque oltre a prevedere gli eventi riguardanti il globo.
Il continuo lavorare della sua mente ha indebolito moltissimo il suo corpo; egli infatti non soffre di alcuna patologia agli arti inferiori...Paul non ha semplicemente voglia di alzarsi in quanto dotato di un organismo logorato da un cervello portentoso.
Così il fratello maggiore di Baciamella ha progettato una sedia con cerchi in lega da 18", per poterlo trasportare ovunque ci sia bisogno d'aiuto.
Se esistessero le figurine dei Leggendari, la sua sarebbe la più rara e ricercata.

SCHEDA TECNICA

NOME: Paul Candid Hurricane
ALIAS: Hurrah Candy
ALTEZZA: 1,85
PESO: 265 Kg
ETA': 34 anni
POTERI: legge nella mente e inclina la voce istericamente al punto da stordire i nemici con lievi scosse sismiche.

martedì 17 novembre 2009

New World Order- Spiderfriend


Il giovane Claudio Skinecchia, aiuto chef di origine napoletana, è sempre stato un ammiratore dell'Uomo Ragno.
Così la sua fidanzata Cinthia Joan Parker gli ha cucito una tuta che imita in malo modo il costume dell'originale Spiderman.
Non pienamente soddisfatto del risultato, Claudio ha chiesto ai parenti di ggiù di recapitargli dei braccialetti speciali in grado di sparare una sostanza che ricorda la ragnatela....ma non è proprio tela di ragno; si tratta infatti di un materiale ricavato dalla monnezza del quartiere, monnezza col potere di generare anche maleodoranti reti di salvataggio per spostarsi da un palazzo all'altro.
Il nostro amichevole Spiderman di Torre Annunziata si fa chiamare Spiderfriend dai suoi "leggendari" compagni, quando è in missione.


SCHEDA TECNICA
NOME: Claudio Skinecchia
ALIAS: Spiderfriend
ALTEZZA : 1,45
PESO: 45 kg
POTERI: braccialetti speciali che sparano schifezze simili alla tela dell'uomo ragno...solo più puzzolenti.

lunedì 16 novembre 2009

New World Order- Salma


Dall'Albania una supereroina dai modi rozzissimi.
Ex campionessa di wrestling, Salma Peca Ruscova si è esibita per anni al circo di fenomeni da baraccone in qualità di Donna-Ruspa; a Tirana regalò spettacoli in cui combatteva con orsi, tigri ed elefanti ed era amata e rispettata per la sua irascibilità.
Un giorno perfino il suo Paese smise di considerarla e venne riposta nel dimenticatoio.
I Leggendari si accorsero di lei quanto della sua forza sovrumana e la ingaggiarono per lavorare da Joe Barretto come buttafuori o buttadentro(a seconda della crisi).
Nelle missioni ufficiose contro il Male, la Kercova diventa Salma: punto di forza violento e cattivo della leggendaria squadra.
Durante le battaglie i Leggendari convincono la mostruosa ragazza che il nemico di turno l'ha appena insultata, cosicchè essa gli si scaglia contro con tutta la sua furia animalesca.
Guardate che scheda tecnica!

SCHEDA TECNICA

NOME: Salma Peca Ruscova
ALIAS: Salma
ETA': 22 anni
ALTEZZA: 2,60
PESO: 400 kg di muscoli e peli
POTERE: forza sovrumana

domenica 15 novembre 2009

sabato 14 novembre 2009

New World Order


Nel 1989 il piccolo JJ Baciamella cadde per sbaglio in una vasca piena di liquidi tossici derivati da una moltitudine di elastici.
L'incidente gli costò la totale perdita dell'udito all'orecchio destro.
Tuttavia,un bambino non poteva essere preparato alla reale conseguenza del tragico episodio.
Dal giorno dopo l'incidente JJ possiede un'enorme potere: la completa elasticità del suo corpo oltre al dono di assumere fisicamente qualunue forma egli desideri.
Oggi JJ usa il suo cognome "Baciamella" per identificarsi all'interno del supergruppo di eroi chiamato "I LEGGENDARI".
Suo fratello, dotato di un QI matematicamente superiore alla media ha progettato per lui un orecchio cibernetico che sostituisse il suo originale organo perduto per sempre; grazie all'avanzata tecnologia di questo apparecchio artificiale, Baciamella avverte qualsiasi ultrasuono a centinaia di chilometri di distanza.
Baciamella è il primo dei Leggendari ad avvertire il pericolo in agguato, nonchè l'unico in grado di sentire da lontano le richieste d'aiuto dei cittadini padani.

SCHEDA TECNICA

NOME: JJ Baciamella
ALIAS: Baciamella
ALTEZZA: 1,98
PESO: impossibile da stabilire in quanto trattasi di un mutaforma invertebrato
ETA': 22 anni
POTERE: elasticità al 100% e super-udito

sabato 7 novembre 2009

New World Order


Una nuova presenza minaccia i corridoi della cucina di Joe Barretto: si tratta di Tatfoot, la feroce lavapiatti divoratrice di bambini.
Tuttavia i clienti possono contare su una nuova speranza; sì! Sto parlando della più grande squadra di supereroi operai MAI esistita!
I "LEGGENDARI" sono uniti per porre fine al massacro dell'infernale mostro.
Ognuno di loro ha diversi fantastici poteri e in questo blog potrete gustarvi la rassegna dei loro dati tecnici e le schede informative.
Questa è la piccola, diabolica Alexia Shoesmaker; nome in codice "Thunder".
Oltre a occuparsi dei secondi piatti è l'alchimista del "leggendario" team.
Possiede il talento della chimica col quale crea formidabili pozioni per la forza, l'agilità e l'intelligenza.
Punto di riferimento per i compagni, Thunder può guarire qualunque ferita e soccorrere gli amici in difficoltà.
Capace anche di creare ampi campi di forza, questa piccola, ma letale eroina ha occupato il posto di "Leggendaria" da diversi anni.

SCHEDA TECNICA

NOME: Alexia Shoesmaker
ALIAS: Thunder
ETA': 18 anni
ALTEZZA: 1,20
PESO: 25 Kg
POTERI: campi di forza e pozioni magiche

sabato 31 ottobre 2009

Per augurarvi una suggestiva notte di Halloween


Seduta spiritica, in che cosa consiste. Comporta rischi?

COMINCIALITALIA.NET - CATANIA - Finalizzata al contatto e al colloquio con gli spiriti grazie all'intervento di un medium, letteralmente chiamato ”tramite", la seduta spiritica solitamente si svolge al chiuso.
I partecipanti riuniti attorno ad un tavolo si pongono in stato di concentrazione, tentando di stabilire una tensione mentale ed emotiva che permetta al medium di utilizzare l'energia del gruppo per poter richiamare a sé le forze necessarie ad un "contatto" con l'aldilà. Spesso ci si può avvalere di una tavola “parlante” chiamata Ouija, ovvero un foglio su cui sono scritte lettere, numeri, e varie domande, tramite cui l’entità evocata si potrà porre in contatto con noi.

Durante lo svolgimento dell'esperienza, in genere il medium è in trance e l'incorporazione e la presa di possesso, da parte dello spirito, del corpo del medium avviene senza che quest'ultimo se ne renda conto. Non è facile comprendere cosa avvenga nella psiche del medium anche perché tutto ciò che compie durante lo stato di "trance" viene da lui dimenticato al suo risveglio. Si ritiene comunque che sfuggendo ai legami della materia fisica, riaffiorino le capacità o le facoltà dello spirito e che queste ultime riprendano le loro possibilità di uso.

Nel caso delle tavolette parlanti, o della scrittura automatica, non interviene l'esclusione dell' Io, ma soltanto una esclusione della coscienza, consentendo alla mente di ricevere quelle ispirazioni provenienti da fonti "superiori".
Che cosa avviene quindi nello stato di "trance", quando si determina un processo di incorporazione? Moltistudiosi della materia hanno esaminato i fatti e sono arrivati a due interpretazioni: in alcuni casi l'incorporazione del medium è effettiva e reale mentre vi sono altri casi in cui l'entità non è presente nel medium. Lo stato di trance, dunque si può considerare un'apertura nel tempo e nello spazio, il veicolo che collega due mondi, la soppressione temporanea di leggi che fermano i tentativi di far luce sul destino di questo essere chiamato uomo, oltre la porta del tempo, al di là delle dimensioni dello spazio.
Tuttavia le sedute spiritiche non vantano nessun tipo di riconoscimento scientifico, e così anche i presunti fenomeni spesso a loro legati, come la levitazione di oggetti, rumori e voci non ben identificabili, improvvise folate di vento.

La comunità scientifica ritiene che tutti questi fenomeni abbiano spiegazioni naturali, come l'"autosuggestione" o la semplice frode, che è stata talvolta svelata clamorosamente.
Lo stesso famoso prestigiatore Harry Houdini partecipò a diverse sedute spiritiche a per cercare di entrare in contatto con la madre morta. Avendo scoperto numerosi trucchi grazie alla sua conoscenza delle tecniche di illusionismo, decise di mettere alla prova sistematicamente i medium dell’epoca arrivando alla conclusione che essi fossero degli impostori nella quasi totalità dei casi. La sua sfida ai medium continuò anche dopo la morte, perché lasciò alla moglie una frase segreta di dieci parole che i medium avrebbero dovuto ripetere per dimostrare che erano entrati in contatto con lui. Sebbene molti medium affermassero di aver parlato con Houdini, nessuno di loro trovò la frase segreta. In seguito riportiamo il sunto di un’intervista rilasciata da Carola (così chiameremo la persona intervistata) che ha partecipato ad una di queste strane esperienze. Crederci o no?

Lascio a voi l’arduo dovere: Catania, tranquilla sera di mezz’estate, un gruppo di amici aveva in mente di fare una nuova esperienza, una seduta spiritica. Si riunirono tutti a casa di Emilia, la più piccola del gruppo, e sedendo attorno ad un tavolo cominciarono a scrivere lettere, numeri e alcune domande “secche” su un foglio posizionando su di esso un bicchiere. Carola sembrava divertita e molto diffidente nei riguardi di questa strana esperienza che si stava intraprendendo. Ad un tratto Sara (tramite spirituale del gruppo) cominciò a tacere e dopo che tutti avevano posizionato le loro dita sul bicchiere, domandò:” Se c’è qualcuno stanotte insieme a noi, beh, che si presenti e lo faccia in fretta!”. A questa secca domanda cadde il gelo e dopo alcuni secondi di intrepida ed incredula attesa, la tazzina prese a muoversi improvvisamente per lo stupore di tutti e inizio a comporre un nome: NUIGIPA. Sara incredula, ma forte del suo ruolo, cominciò il suo questionario: “Questo sarebbe il tuo nome? Chi sei? Con chi di noi e che cosa vuoi comunicare?”. A questo punto la tazzina riprese a muoversi, ma in modo ancora più frenetico e formando parole sempre sensate rispose ad ogni domanda. Lo spirito diceva: “Io sono Nuigipa e sono qui perché mi interessa una di voi, Emilia. Ho qui con me una persona molto vicina a lei, sua cugina.” A questo punto scese il terrore e il torpore sul gruppo di amici e la povera Emilia scoppiata in un pianto incredibile sembrava sconvolta (la ragazza aveva perso una cugina in un tragico incidente qualche tempo prima). A questo punto Sara chiese allo spirito di abbandonarle e sebbene quest’ultimo non volesse, si riuscirono a liberare della fastidiosa entità e rompendo la catena si ritrovarono con la assurda verità di doversi ricredere riguardo a questo tipo di eventi, giurando fra le lacrime e il terrore che non avrebbero mai più provato una cosa del genere.

sabato 17 ottobre 2009

Sì: ce l'ho lungo!


Questo blog, il mio blog ha da poco superato i 4000 visitatori.
Mi compiaccio e ringrazio te che stai leggendo per aver sempre o da poco dimostrato interesse nei confronti del Coredo Universe.
Ti abbraccio con sincero affetto.

CO
RE
DO

mercoledì 14 ottobre 2009

Ed è subito polemica!



Non voglio nemmeno ricordare il periodo in cui ho dipinto il murales immortalato in queste fotografie; la location è una squallidissima pizzeria d'asporto che ha per tema la formula 1(mavà?).Si trova a Monza in via Amati e si chiama "Stop & go".
No, lo dico in modo tale che non ci andiate in quanto la pizza fa davvero schifo; il titolare è un vero stronzo e chi mi ha pagato il lavoro c'ha le pezze ar culo più di qualsiasi mangiacipolla abbia mai conosciuto.
Un bel giorno entro nell'esercizio per scattare le mie foto; il titolare che svolge anche il ruolo di pizzaiolo, lamenta la mia firma posta in basso a destra.
MA BRUTTO FIGLIO DI PUTTANA, il disegno è mio e lo firmo in quanto artista; hai voluto che te lo facessi io! Sono stato pagato con un salario al quale normalmente si dovrebbero aggiungere altri due zeri...E questo mi dice che non dovevo firmarlo!
Beh..che dire...godetevi il lavoro che ho dipinto cliccando sull'immagine.
Io mi limiterò a praticare un rito invocando l'antichissimo Chtulu; poi chiederò all'innominabile di far crescere un grappolo di emorroidi nella bocca di quel coglione. fallito.
Lo so, avete ragione: non si disturba Chtulu per elementi di così frivola importanza..ma è l'unico contatto che ho col mondo indicibile dei demoni prima della creazione.
Confido che il Signore del Male mi mandi un suo adepto nato proprio per attuare tali sporchi giochetti. Hehehehehe!

domenica 11 ottobre 2009

Inglorius basterds


ACHTUNG!
HEAVY SPOILER INSIDE!
WATCH THE MOVIE IF YOU WANT TO READ MY POST!


Macchè, niente da fare. Io ci provo eh! Mi dico che magari questa è la volta buona che Tarantino mi delude o anche semplicemente omette di soddisfare le mie aspettative...Niente.
Per essere un suo fan ho alquanto tardato l'appuntamento al cinema col suo ultimo lungometraggio, ma alla fine di una serata lavorativa x ho portato mio fratello e il buon Paolo al Bicocca Village per lo spettacolo della una meno venti.
La prima informazione che scrivo sulla reazione del sottoscritto è:
due ore e mezza di vera ricreazione! All'interno della sala la mia mente ha viaggiato senza pensare ad altro che alla storia raccontata magistralmente dal geniale Quentin, dimenticando completamente qualsiasi pensiero privato.
Il film che mi aspettavo, che volevo. Il film che volevo è un film che non mi sarei mai aspettato, di conseguenza un'opera desiderata inconsciamente.
Un blockbuster fuori grazie ai nomi importanti che appaiono nei trailer e nelle locandine, una pellicola d'autore all'interno di un gustosissimo hamburger che ti ispira dalla foto di un volantino del fast-food e poi ti inebria grazie al gusto genuino troppo a lungo ricercato in mille bar.
Un film CATTIVO, ma non solo.
ANGOSCIANTE, ma non solo.
DIVERTENTE, ma non solo.
DRAMMATICO, ma non solo.
POETICO, ma soprattutto: INTELLIGENTE!
Così lineare ed efficace, oltre ad essere un risultato estremamente sofisticato considerando l'accuratezza dei particolari, Tarantino non si limita a convincere;
l'obiettivo del Maestro rimane sempre invariato, ed è quello di stupire pubblico e fans. Ora provo a esprimere un concetto per me fondamentale considerando un artista come Federico Fellini. Ricordo che in un'intervista egli manifestò il suo entusiasmo riguardo la giornalistica invenzione del termine "felliniano"; eh sì, quando la critica o chi per essa conia un aggettivo che deriva dal tuo nome significa che sei un esempio non solo per il mondo dell'arte o più superficialmente dello spettacolo, ma per il mondo intero. Il linguaggio e l'espressione di Fellini sono scolpiti nelle pagine di adamantio del cinema globale, proprio perchè sono "felliniani".
Una sicuramente nuova generazione di critici ha partorito con facilità il termine "tarantiniano",ed ecco che ci risiamo.
Se non prendiamo in esame lo sperimentale "Una vita al massimo", e se tralasciamo l'ultimo capitolo del lungometraggio a episodi "Four rooms", "Inglorious basterds" saluta il pubblico in qualità di sesto film di Tarantino.
La suddivisione in capitoli/sequenze è una costante, ma non necessariamente in tutti i suoi lavori; il collocamento di persone non comuni (killers, rapinatori, pugili folli o maniaci) alle prese con dialoghi e azioni di normale quotidianità sono elemento più che mai esistente; tuttavia va detto che in altri capolavori "tarantiniani" abbiamo invece persone comuni catapultate in situazioni inusuali e avventurose.
Non trovo una coerente e ragionevole motivazione per fossilizzare l'arte di Quentin Tarantino in una nicchia stereotipata. Trovo piuttosto che i suoi film siano tutti diversissimi fra loro, pertanto mi privo di una compromettente, sterile considerazione, riconoscendo e lodando la poliedricità del regista.
La sua cinefilia piacevolmente saccente, e il retrogusto per il "classico" B-movie sono presenti quanto gli innumerevoli omaggi più o meno palesemente riferiti..In tal caso convengo in merito al tarantiniano.
Negli States la pellicola è stata facilmente scambiata per un remake, ma è tutto falso.
Solo il titolo è un omaggio al film di Enzo G.Castellari del 1977 "Quel maledetto treno blindato", uscito in America col titolo "Inglorious bastards". Tarantino ha apportato una piccola modifica sostituendo la "a" con la "e".
Mi sa proprio che al cinema ci tornerò per rivederlo, non posso aspettare il dvd così a lungo.
Restate connessi. Vado a dipingere una tela con uno stile "corediano".
Ah, alla fine Hitler muore.
Baciucazzo.

venerdì 9 ottobre 2009

A grande richiesta: una chicca!


Era mio solenne dovere inserire questo post dedicandolo alla bellissima e intelligentissima Nancy De Rose; e dato che si tratta del mio Universe, colgo l'occasione per salutarla personalmente! Embè? Non si può?!?
Comunque la Divina Nancy mi chiedeva già da tempo di inserire la fotografia della tela che vedete immortalata. Trattasi di una rivisitazione odierna dell'iconoclastico "Giuditta e Oloferne", una tela che misura 60 cm di larghezza e 120 di altezza. Risale addirittura al 2001, artisticamente il mio primo periodo ed empiricamente è tra i miei 5 lavori iniziali.
Purtroppo non posseggo foto migliore del quadro; la location che intravedete è il Sakè Kushi Bar di Milano, scenario passato di una mostra organizzatami a giugno da Francesca Lavelli. Cliccateci sopra per una definizione più vicina alla decenza.
Chicca sull'opera: ho visto una misteriosa ragazza con un ragno tatuato sul collo e una mistica ispirazione si è impadronita delle mia gesta pittoriche.
La Giuditta raffigurata pertanto esiste, e le somiglia molto.
CIAO NANCY!!!!!!!!

giovedì 8 ottobre 2009

Quando parlo di Videogiochi...


Chiariamo subito: non sono più un appassionato di videogames da quando ho scoperto la EFFE.
Però sapete, ho la fortuna di avere un fratello più piccolo: Jacopo. Oddio, per lui la EFFE è proprio un'ossessione al punto che mi supera, solo che necessita ancora di accontentare quell'irresistibile lato infantile aggrappato per un'unghia alla sua personalità. Ecco perchè alla Playstation 3 non ha rinunciato e tempo fa se l'è regalata.
Ci giochicchia, ogni tanto..quelle poche volte che è in casa, o quando organizza dei tornei a quel "Pro-Evolution Soccer".
Io zero.Nada.Nisba.Nothing.
Poi il mio amichetto del cuore Silvio mi informa che è riuscito a scaricare dal suo PC l'ultima versione di Street Fighter: per la precisione il quarto.

Miei cari sto argomentando su quello che considero IL VIDEOGIOCO per eccellenza; lo conobbi da bambino nel lontano 1989 in sala giochi, allora le sale giochi erano un insieme di games, flippers, calci balilla e macchinari regala-gettoni(se avevi culo).Me ne innamorai per ogni aspetto e me ne impadronii appena ricevetti la mia prima console per natale.
Realizzai fumetti su Street Fighter, imparando dall'esistenza di quei personaggi a raffigurare i muscoli e tutta l'anatomia.
Col game ci giocavo, rigiocavo e rigiocavo di nuovo. Quante imprecazioni quando perdevo , quanti pugni contro la console..Ma quanto mi piaceva quel cazzo di gioco divenuto leggendaria mania per la maggior parte dei miei coetanei e non solo.
SF appartiene alla primissima categoria di videogiochi che hanno segnato un'epoca nell'ambito della ludicità virtuale.
Insieme a esso si possono citare Pac-man, Super Mario, Wolf, Tetris o Puzzle Bubble.
SF rimarrà sempre il mio preferito.
Recenti versioni mi avevano un pò deluso, ma pensavo fosse un segnale della mia maturità.
Einveceno! Silvio mi mostra QUESTA ultimissima versione, e io torno bambino.
Il giorno dopo mi dirigo da Game Stop come fosse l'ultima azione della mia vita, e acquisto STREET FIGHTER IV per Playstation 3.
ECCEZZIUNALE!
COLONNA SONORA DELLA PRESENTAZIONE DA URLO!
GRAFICA: COME DOVEVA ESSERE!
PARTICOLARI FINI E DI STILE!
UN'ESPERIENZA CHE TI GASA!
Non ci gioco sempre, ma ce l'ho lì: pronto a trasportarmi in una dimensione in cui sono pieno di muscoli e faccio l'Hadouken a quelli più grossi di me.
Seeeeeeeeeeeya!

giovedì 1 ottobre 2009

Scherzavo...


E'questa la locandina definitiva dello spettacolo di Cirilli...Ahò, pure la parte grafica m'è toccata!!
Vabbè, comunque vada sarà un successo.
See ya!

venerdì 25 settembre 2009

Coredo e il Jet Set


Cari coredisti ecco a voi la nuova locandina dello spettacolo teatrale di Gabriele Cirilli!
Ovviamente by COREDO!
Ah, se volete leggere cosa c'è scritto sulla lavagna dietro Gabriele, cliccate sull'immagine. Trattasi di un pasticciato e disordinato diagramma di flusso contenente le argomentazioni dello show.
Spero vi piaccia l'idea che ho avuto per rappresentare questo evento!
La lavagna...le scritte coi gessetti...Gabriele che spiega come fosse innanzi a una scolaresca...MINKIA BELLO!

domenica 13 settembre 2009

"La donna del boss" 100 x 70 acrilic on beckrum


-Tipo facciamo così.
-Così come,Coredo?
-Adesso ti spiego,Claudio:hai detto che non hai una lira per il regalo di compleanno per la tua donzella right?
-Sì, my friend...Sono nella merda!
-Allora, innanzitutto ripulisci il tuo linguaggio da aiuto-cuoco dell'ultima taverna di Trastevere, poi diamo una sistemata alla tua immagine di amante fantasioso dal punto di vista del pensiero.
-......
-Sì, sei senza parole perchè non hai capito un fuck di quello che ho appena detto, ma non importa perchè tra poco capirai.
-Ah.
-Ti faccio un regalo.
-Un regalo?
-Sì, genio della scienza: un regalo che consegnerai alla tua morosa dichiarando velatamente che ti è costato un patrimonio.
-?
-Hai la faccia da punto di domanda...vabbè sarò schietto: ti realizzo GRATIS un ritratto di te con la tua compagna, e tu glielo regali a Cinzia!
-Nooo! Ma davvero?? Faresti questo per me?? Grazie, grazie my friend!!!!!! Sei il mio salvatore!!!! Come posso sdebitarmi!
-Ma se non c'hai una lira! E' per questo che la mia magnanimità ti viene incontro.
Comunque se proprio ti senti in debito comincia a sparecchiare e preparami un caffè. Corretto sambuca, grazie che così non c'ho quell'alito acido misto a marciume che si ha dopo un necessario espresso al ristorante.
-Sìsìsìsìsì!!!!! Tutto quello che vuoi!!!
-Seeeee! E baciucazzo! A Claudio e a tutti voi Coredisti che tanto aspettavate qualche nuova stronzata scritta dall'innovatore artistico del nuovo millennio.
MMMMMMMh! Mi sento come quella 500 che diceva sempre: da grande sarò una Ferrari. A proposito, fammi chiudere la finestra che oggi a Monza non si sente altro che rumori di Ferrari...

sabato 5 settembre 2009

E questa che roba è!!???


Mmmmh...Non mi posso esprimere più del minimo; diciamo un esperimento su commissione ispirato a un grande pittore e scultore.
Ulteriori delucidazioni prossimamente.
Restate con Coredo.

martedì 4 agosto 2009

"Dylan" 100 x 70 acrilic on beckrum


Nono lavoro del mio terzo periodo. Il proprietario è il bonelliano Roberto che mi ha commissionato un omaggio al mio indagatore preferito.Baciucazzo a tutti!!!!

domenica 2 agosto 2009

"Sogno una vita tranquilla" 100 x 70, acrilic on beckrum


I always dreamed a teacher like him at my high school..!!!!

mercoledì 22 luglio 2009

"E ti vengo a cercare" 100 x 70, acrilic on beckrum


Bè...non capita sempre che un cliente sia soddisfatto..quindi ti tocca rifare più volte un particolare e c'hai una voglia che è tanta quanto la gente a Euro Disney d'inverno.
Ma...che cacchio Sara!!! Questo qui era pure un regalo e non ti è andato bene per ben due volte.
Ha ragione Nonna Palma:"la confidenza toglie la riverenzaaaa!"

martedì 21 luglio 2009

"She is Everything" 100 x 70, acrilic on beckrum


Sapete..il giorno che ho imparato a conoscere(in parte) l'universo femminile mi sono innamorato di un'ideale di donna che mai avrei sperato di incontrare.
Invece è successo circa tre anni fa.
Sono innamorato di Kappa da prima che la conoscessi.
Il Corrado uomo ha però un caratteraccio e parecchi demoni che perseguitano il suo temperamento...Ecco perchè Kappa non ha mai voluto fidanzarsi con me.
Eppure Lei mi ha dato più di qualsiasi fidanzata abbia mai avuto.
Sono stato il suo eroe. Lei la mia infermiera.
Sono stato anche cattivo con lei. Lei c'era sempre.
Io però la amo. Lei no. Non me lo merito.
Sono stato la sua benedizione, e la sua condanna.
L'ho resa felice, e l'ho fatta piangere.
Questo significa Kappa per me.
E' tutto. E' tutta la mia vita.
Ed è per questo che la mia vita è ora dedicata alla sua di felicità.
Perchè se lo merita.
Non voglio farla mia, ma Io sono suo.

giovedì 16 luglio 2009

"Solo Lei" 100 x 70 acrilic on beckrum


Quinta tela del mio "terzo" periodo artistico: il perduto amor della mia vita.

"The sin" 100 x 70 acrilic on beckrum

Quarta tela del mio "terzo" periodo artistico. Il proprietario si chiama Paolo Candurra.

mercoledì 1 luglio 2009

"Parliamone!" 100 x 70, acrilic on beckrum


Sarà per le cospicue ma pur sempre simboliche mance ricevute in quel caratteristico posticino in cui lavoro, spesso e volentieri maleodorante; ma anche profumato, se vi piace il kebap...io non lo sopporto...più; sarà per le piacevoli occhiatine interessate dalla morettina carina della tavolata di stasera; sguardi innocenti che forse incoraggerei se non fossi perdutamente innamorato di Kappa; sarà per le frequenti occasioni lavorative che mi si stanno presentando tra storyboard, tele e presunte mostre future; sarà grazie a tutto questo, ma soprattutto alla mia disciplina monetaria che mi consente di non avere più una cassa personale eternamente in lacrime; IO STO MOLTO BENE.
Badate che mentre lo dico sto sfasciando il mio studio con una mazza da baseball, e più tardi gli darò fuoco...si perchè Mariano Giusti mi ha detto che questo è il volere del Divino. Scherzi e citazioni "borisiane" a parte, in questo sereno periodo le pale (non più le palle) del mio mulino girano muovendo a sè taaanta acqua; ciliegina su una torta gustosa che mi succede?
Una commissione diabolicamente stimolante: quando il Coredo megagalattico deve realizzare i ritratti lo fa col suo stile, e tutte le sue cosine a posto che alla gente ci piacciono molto..eppure dipingendo o schizzando location a scopi pubblicitari raggiungo l'inevitabile consapevolezza che sto facendo una cosa seria, che mi pagheranno..sì insomma, Corrado!!-mi dico.
-Vedi che qui devi portare a casa la grana per il gasolio, le sigarette, le multe e se non vuoi essere mandato affanculo qualche cena offerta alla donna che ami; tanto a quella ci piace il cinese e non è che ti va via un patrimonio..-e qui il succo.
-anche se 'sto tizio è brutto nel ritratto deve essere bello! MA!......somigliante...eh sì, che ritratto è se no...
Ma un bel giorno "qualcosa è cambiato"...Uno psichiatra di fama INTERNAZIONALE, e mentre scrivo sto tenendo a bada un'erezione esplosiva, si innamora di un ritratto che per cacchi miei avevo fatto a Jack Nicholson in una scena della pellicola "Shining"...cccioè, questo grandissimo dottore ha avuto a che fare con casi umani resi noti al popolo mediante le televisioni, i giornali, le radio e internet. A rischio di inciampare in un clichè posso azzardare che alla base di una scelta di professione di questo genere ci possa essere un certo fascino per le menti differenti dall'ordinario, ma forse no..boh chi lo sa...Fatto sta che vengo contattato, e non da lui, per realizzare uno "shining" come cacchio voglio io...come prego? Può ripetere?
Ho carta bianca per realizzare un soggetto che in partenza mi gasa un casino???!!!
Ma io ti faccio Jack che imita il lupo cattivo, ti dipingo quell'isterica di Wendy con gli occhi che le schizzano dalle orbite, ti...ti rappresento l'ascia che infrange il marciume del legno della porta del bagno..io...io...uff...che stanchezza! Ho scritto parecchio, e credo di aver riprodotto un discorso...se sono sano, altrimenti se la mia mente è ottenebrata dalle mura del mio studio, in questo post c'è scritto all'infinito "il mattino ha l'oro in bocca"....

sabato 27 giugno 2009

Lutto!


Questo blog per oggi sarà Black (or White)

mercoledì 20 maggio 2009

Un paio di chicche dalla mostra di Monza!


"Femmina di razza" 100 x 70, acrilc on beckrum

Ma...la mostra?? Ne parliamo???


Dunque cari amici, che sempre più numerosi entrate in questo universe per vedere che combino o cosa scrivo..Innanzitutto mi devo scusare per la mia assenza dal blog durata circa un mese, ma tengo a precisare che non si è trattato di lazzaronite.

Il fatto è che a seguito della FANTASMAGORICA personale tenutasi a Monza mi si sono presentate una serie fortunata di commissioni e lavori nuovi che hanno pressochè limitato il mio cazzeggiamento online.

Oggi mi trovo in una situazione di accomodante tranquillità, garantita da un'atmosferica e plastica calma; allora finalmente posso descrivere come una rockstar l'evento organizzatomi su misura ringraziando a prescindere tutti (e sono stati tanti) i partecipanti.

Nonostante la serata iniziasse alle 18.00 in P.zza Carrobiolo 5, il sottoscritto si è presentato la mattina presto per allestire le OPERE nella maniera più consona, logica ed estetica possibile.

La location una splendida casa di corte della Monza più anticamente conosciuta con tanto di scenografico ingresso botanico occupato da palme e altre piante verdissime. Dopo aver appeso i quadri mi sono preoccupato di far capire ai visitatori, che siete voi miei cari, dove fosse esattamente la mostra: lo studio di psicologia della Dottoressa Paola Cazzaniga, nonchè la persona che mi ha permesso di creare tutto questo aperitivo artistico con tanto di catering sponsorizzato dal ristorante Joe Barretto.

Allora, non mi sono mai creduto nè definito un'artista che va contro le regole o che fanculizza il sistema..eppure pare che inizialmente il Coredo nazionale sia stato un bel pò sui cosiddetti a tutti gli inquilini della casa.

Che ho fatto, vi chiederete? Bè..ho appeso una locandina di un metro per settanta fuori della cancellata, utilizzando uno spago che si allacciasse alla ringhiera..per questo permesso che in realtà chiesi a Paola, ma evidentemente doveva coinvolgere l'amministratore (Dio solo sa dove e chi fosse), diversi condomini mi hanno attaccato verbalmente e tirando in ballo le regole condominiali, il codice morale e gli angeli dell'apocalisse...Allora trattenendomi dal polemizzare, io gli faccio"scusate...! non credevo desse fastidio! volete che lo tolgo quel coso??" Risposta indispettita ma sperata" ormai lascialo lì!" EVVAI! Poi mi si presenta un altro ostacolo: il cancelletto d'ingresso che era sempre aperto, doveva rimanere chiuso, ma giusto perchè io a 'sto punto gli stavo proprio sul cazzo..e scusate la parola. Quasi come un istinto di sopravvivenza un' idea fulminante mi trapassa il cevello: vado al citofono del palazzo e dove c'è scritto "studio di psicologia" ci applico l'etichetta "coredo"con lo scotch. Per un bel 10 minuti ho ripetuto dentro di me "genio, genio, genio!" A questo punto niente e nessuno poteva fermarmi. Niente e nessuno poteva fermare la miriade di gente accorsa a salutarmi e a guardare 'ste quattro tele (circa una trentina) attaccate con la catenella in tre sale dello studio di Paola. La cosa commovente è che molta gente si è presentata dopo aver visto l'annuncio proprio su questo blog!

Tra i vip: ovviamente lo zio Fausto Leali di cui ho appeso tre miei quadri di sua proprietà, oltre alla gigantografia della copertina dell'album "Profumo & Kerosene"; Alfredo Colina, televisivamente conosciuto come uno dei comici di punta del "mai dire grande fratello show" ma personalmente adorato quale direttore della mia cara scuola di Teatro Monzese; Gabriele Cirilli, che tra "Un medico in famiglia" e un programma Rai, è riuscito a trovare tempo per passare..questo mi ha riempito di gioia.

In ordine del tutto casuale ringrazio i proprietari dei lavori che ho realizzato nel corso di questi anni; essi hanno infatti prestato alla mostra le loro opere arricchendo l'esposizione "coredica".

Francesco Carvelli, grande assente per cause di forza maggiore mi ha prestato un quadro che dipinsi nel 2001, doveva essere tipo il terzo lavoro in assoluto degli ormai cento quadri appartenenti al mio stile e tecnica, insomma modestamente un pezzo grosso..Solo che non ho avuto l'autorizzazione a pubblicarne la foto pertanto vi annuncio solo il titolo; "Omaggio a Milo Manara".

I seguenti nomi sono i proprietari di ritratti realizzati su commissione: Stefania Camesasca ("Stefania"), le mie ragazze Sara e Katia Berardi ("Doppio Legame"), Katia Berardi ("Katia"), Francesca Ebbi ("Silvio & Franzella"), mio padre ("se io posso cambiare, e voi potete cambiare...tutto il mondo può cambiare"), Fausto Leali ("Cold Kate" e Claudia").

Tra gli ospiti ringrazio calorosamente Nancy De Rose, attuale proprietaria del praticamente secondo quadro da me dipinto. 

Poi durante la serata conosco Giusy, proprietaria del negozio "La Perla" in centro; bè questa splendida signora mi ripete per esteso una frase presente nella presentazione di Coredo Universe, sottolineandone l'alto gradimento personale..Allora io..la amo moltissimo e la saluto.

Più tardi stringo la mano a una signora dalle Nobili movenze e scopro essere infatti un'esponente della Famiglia Fossati,  fondatrice della Star; sarà, ma sono pronto a scommettere che questa raffinata signora non ha mai consumato una cena a base di dado knorr...si scrive così?

Ferdinando, il miglior committente dell'iperbolico Coredo, oltre che grande amico. Per Ferdinando ho dipinto ben 7 tele e scusate se è poco...

I coniugi Ebbi, che quella sera hanno acquistato la tela dal titolo "Micol", che potete vedere un paio di post più indietro; GRAZIE e..Ottima scelta! 

Fabio: hai comprato "Vecchia Strega", inquietante omaggio a Dario Argento ritraente la pazza assassina di Profondo Rosso...Ora mi devi mostrare camera tua perchè hai detto che il tutto si sposa perfettamente con la tela che ti ho venduto; my man..you're crazy, aren't you?

Poi grazie al Dottor Enrico Berardi per aver fatto da tramite tra me e lo studio di psicologia di Paola, e per aver esposto con me cinque suoi quadri sotto mia insistenza, in quanto omaggio alla fauna del pianeta Terra: sublime tecnica di pittura e di disegno. Un giorno ve li farò vedere.

La professoressa Elisabetta Albani: nuova committente per un ritratto di famiglia, ma soprattutto ex mia insegnante di educazione fisica al liceo artistico "Preziosissimo Sangue" di Monza..Una delle mie eroine preferite.

Il mio best friend in the world: Silvio..lui sa che gli devo molto...'sto stronzo!

Cristina, Alice, Costanza "costunze", Gabriele, Federico, Laura; miei adorati compagni di scuola.

Enrico e Giorgia; i migliori vicini di casa che si possa avere.

Tutta la famiglia Schillirò, a partire dal my friend Giuseppe che con la moglie Mariagrazia mi ha dato l'arduo compito di raffigurare l'intera famiglia a mò di stemma nobiliare; fichissimo!

E ultima, non potevo non nominarti: Katia. grazie per aver parlato a Paola ed Enrico di questa tua idea sulla mostra di Coredo. Impossibile non amarti.   

mercoledì 1 aprile 2009

"The Actor" 100 x 70 acrilico su tela


L'enigmatico sorriso della Gioconda non vale l'espressione che il wrestler, interpretato da Mickey Rourke, ci regala salutando per l'ultima volta il pubblico del ring e quello della sala.
Una tragedia che, al confronto, Romeo e Giulietta sembra "tutti pazzi per Mary", o per essere contemporanei "million dollar baby" è drammatico quanto "ti presento i miei".
Un bellissimo film sulla solitudine di un uomo non accettato più da nessuno (anche così interpreto le innumerevoli inquadrature di Rourke di schiena mentre cammina).
Un'opera metaforicamente biografica su un attore che ha avuto tutto, per poi sprecarlo in una vita portata all'eccesso. Poi il riscatto. Dell'attore più che del protagonista, che emerge vincente interpretando il ruolo di un perdente in maniera così deprimente, agghiacciante e poetica.
Un film "perfetto" come ha commentato il mio amico Dave, ma non mi basta: "the wrestler"è davvero MAGICO.

"The italian stallion" 100 x 70 acrilic on beckrum

Another "Sly" commissioned by Alessia Calzolaio.