giovedì 25 febbraio 2010

Il film sulla mia vita: attori e interpreti





















Il titolo di tale capolavoro? "UNA VITA AL MASSIMO".Candidato a 13 premi oscar da vedere preferibilmente in 3d nelle migliori sale della mia delirante follia!
HAHAHAHAHAHAH!!!!!!

martedì 23 febbraio 2010

"Best friend in the suaiiish" 100 x 70 acrilic on beckrum


Il mio amico Ale Campy compie trent'anni.
Io gli regalo un mirabolante coredo che lo ritrae....!!!!
Auguri Ale, e....'mbaciucazzo!

venerdì 19 febbraio 2010

"Just another little kid"- 100 x 70 acrilic on beckrum


Ha 11 anni... Ma Chloe Grace Moretz si guadagna la fama di attrice ribelle al punto che Juliette Lewis sembra una catechista.
See Ya!

martedì 16 febbraio 2010

Quando parlo di cani...(STORIA VERA)


Per narrarvi in maniera evasiva ma coinvolgente questo fatto di cronaca, utilizzerò nomi fasullissimi e periodi indefiniti.

Il mio universe è costituito da infiniti interessi e passioni, tuttavia globalmente sacrificabili in cambio della serena vita di Nubilia, la Dobermann regalatami dal Dottor Migliavada nel lontano anno 2000.

Sono sempre stato un appassionato della razza e di conseguenza informato sulla storia, oltre che sulle caratteristiche comportamentali e fisiche.

Prima ancora di ricevere in regalo quel batuffolo con le orecchie sanguinanti per via del taglio estetico(sì, sono a favore), consideravo (lo faccio tutt'ora) il dobermann il miglior cane esistente.

Bello, equilibrato, intelligente e sensibilissimo...Insomma l'animale che mi rispecchia pienamente.


Oggi, tramite le informazioni della proprietaria del negozio di toelettatura per cani e gatti, sono venuto a conoscenza di tale vicenda cui il post è dedicato.

SIAMO IN BRIANZA, IN UNA TORRIDA ESTATE DEL 200X. Una coppia sposata vive in una villa molto grande e appariscente custodita giorno e notte dai loro due dobermann.
Chiamerò i cani "Rosco" & "Sonny", ma potrebbero essere maschio e femmina, oppure due femmine (in tal caso "Azzurra"& "Allegra").
I bestioni a detta di terzi sono super-addestrati e circondano l'esterno dell'intera proprietà dei ricchi coniugi.

E' il giorno della partenza per le vacanze, così gli sposini cedono le chiavi della magione al padre di lui.

Mario -Papà devi solo dare da mangiare ai cani. Gli lasci le ciotole col mangime e te ne vai chiudendo tutto.
Papà di Mario -Va bene, basta che non mi sbranano...Ma sono uguali! Come li distinguo?
- Non c'è bisogno di distinguerli, l'importante è che loro ti possano riconoscere quando arrivi. Vieni, fatti vedere a lascia che ti annusino.

LA COPPIA PARTE PER LE FERIE.

Il padre di Mario passa i giorni sfamando regolarmente Rosco e Sonny.
i dobermann gli vengono incontro ogni sera. Prima lui li chiama, poi entra e posiziona a terra le ciotole strabordanti cibo.

Una sera però, l'inconsueto; l'uomo chiama i cani innanzi al cancello e solo uno si presenta all'appello. Che si tratti di Sonny o Rosco non si sa, fatto sta che uno dei dobermann non c'è.
L'anziano signore ipotizza che sia in giro per il giardino, quindi mette giù le ciotole confidando che l'assente temporaneo verrà a mangiare quando avrà fame.

Il giorno seguente si verifica lo stesso episodio: solo uno dei cani viene a mangiare. Chi sia dei due non si sa, perchè non li distingue. L'altra ciotola rimane piena.
Eppure le due porzioni del precedente giorno sono state consumate entrambe.

Il terzo giorno di nuovo. Ciotole vuote ma solo un cane al richiamo.
L'uomo decide di chiamare il figlio per avvisarlo.

M- Mmmmh...che strano! Ok papà. Torniamo a casa.
La coppia torna dalle ferie anzitempo per far luce sull'arcano e quando entrano nel giardino della loro villa, solo uno dei cani arriva a fare le feste.
Perlustrano l'intera area, chiamano l'altro cane, e per tutta risposta avvertono un flebile urlo umano proveniente dal garage.

Aprono la porta del garage e trovano due uomini, due ladri...o almeno ciò che ne resta.
Di fronte a loro c'è l'altro dobermann che li controlla a mò di statua.
I malintenzionati hanno le braccia a brandelli, sono denutriti e puzzano di merda e piscio perchè non hanno avuto nemmeno la possibilità di andare a fare i loro bisogni.
I due dobermann hanno immobilizzato le due feccie umane per quattro giorni dandosi il cambio della guardia solo per mangiare e dormire!
Quando il padre di Mario veniva a dargli la cena, uno di loro arrivava mentre l'altro stava in garage a curare i delinquenti.

PAZZESCO. La cosa più sconvolgente è che i due intrusi hanno implorato:"Vi prego! Portateci in galera!!!!" piangendo disperati.

Questi due eroi sono due dobermann, la razza più superiore del mondo.

Quando ne vedete uno non temetelo, ma rispettatelo.

lunedì 15 febbraio 2010

Quando parlo di horror...


E finiamola con 'sti film truffa in presa diretta a zero budget, dove non succede una beata all'infuori di urla e angosce.
Freddy torna a far paura per davvero.
Il regista è Samuel Bayer, il produttore (udite, udite) Michael Bay, e l'attore che rimpiazza il mai dimenticato Robert Englund è Jackie Earle Haley (il Rorschach di Watchmen).
Speriamo bene....

"Say goodnight to the bad guy!" 100 x 70 acrilic on beckrum


Me ne sono liberato!
Spero che voi coredisti possiate gradire la soluzione scelta per questo soggetto!
Ho bisogno di ossigeno...devo ritrarre una sguangia!

domenica 14 febbraio 2010

Il blocco dell'artista


Che non è dovuto a una giustificata mancanza di idee, bensì all'abituale pigrizia che si impossessa della tua mente quando una commissione non ti esalta quanto desideri.
"Scarface" mi è piaciuto, specifichiamo! Solo non mi trovo nel momento suggestivo per ritrarre Al Pacino nei panni di Tony montana.
Ecco perchè mi porto dietro questa tela incompiuta da ormai tre giorni...
Spero di terminarla entro settimana prossima, o il tamarro che me l'ha commissionata mi manderà gli scagnozzi in villa per farmi fuori. Se tale evento avesse luogo, li mitraglierò tutti urlando "SAY HELLO TO MY LIL'FELLA!!!!!!!"
See ya!

giovedì 11 febbraio 2010

Quando parlo di RISTORANTE


Un ripassino veloce su quanto cerco di realizzare quando collaboro al funzionamento di Joe Barretto insieme alla Brigata di cucina.
Il servizio di sala e la sua buona riuscita sono molto importanti per la piena soddisfazione del cliente: nessuno chef per quanto bravo può sopperire ad un servizio irrispettoso privo di ospitalità, cordialità e massima attenzione. Viene principalmente incentrato sul servizio a tavola ma comprende anche altri servizi come quelli di accoglienza o di intrattenimento.

Ogni elemento quindi ha il compito di far si che l’atmosfera sia perfetta affinché il cliente possa sentirsi coccolato desiderando perciò di ritornare più volte.


MAìTRE

Il Maître è il responsabile di tutta la sala, imposta e dirige il servizio prende le ordinazioni e mantiene continuamente il rapporto con i clienti accertandosi che tutto stia procedendo per il meglio. È a stretto contatto con il direttore, con il sommelier con il quale si consulta per l’abbinamento dei vini e con lo chef con cui collabora anche per la compilazione dei menù. Un bravo maître d'hotel si esibisce, nel preparare dei piatti alla lampada, utilizzando la tecnica del flambé. Questa tecnica prevede la cottura del piatto davanti agli occhi del cliente che ne ha chiesto l'ordine.

CHEF DE RANG

Lo chef de Rang è il responsabile di una sezione della sala, chiamata rango. Mantiene i rapporti con i propri clienti, prende la comanda e nello svolgere le sue mansioni si serve dell’aiuto di uno o più commis de rang. Si occupa nel procedere con le portate, nel sostituire il materiale della propria panadora,cioè l'allestimento del proprio spazio lavorativo:tovagliato sporco;posate cadute al cliente;menagè;(etcc..). In mancanza del maitre può anch'egli preparare dei piatti

COMMIS DE RANG

Il Commis de rang è l’aiuto cameriere che lavora sotto la guida del suo diretto superiore (Chef de Rang) si occupa di portare i piatti dalla cucina alla sala e viceversa, quindi sbarazza la tavola facendo si che la stessa sia sempre il più possibile in ordine e che mai sia sprovvista di tutto ciò che necessario per proseguire il pasto. Ha inoltre il compito di tenere sempre pulite ed in ordine le attrezzature di lavoro. Può essere coadiuvato dal Commis debarassèur che si occupa esclusivamente di portare i piatti dalla cucina al tavolo di servizio e viceversa. Questa figura è ormai quasi del tutto scomparsa.

SOMMELIER

Il Sommelier è la figura che può valorizzare la qualità del ristorante ed è colui che si occupa di prendere la comanda della bevande consigliando magari in maniera discreta il giusto abbinamento al cibo scelto. Cura l’acquisto dei vini, segue la cantina e di conseguenza ne realizza la carta.

HOSTESS

L'Hostess è la prima persona che accoglie e saluta il cliente ed ovviamente riflette il livello e il servizio del ristorante. Accompagna gli stessi al tavolo aiutandoli ad accomodarsi, partecipa attivamente alla gestione delle prenotazioni, collabora quindi al lavoro di segreteria dando assistenza telefonica. Una buona presenza ed un caldo sorriso sono il miglior benvenuto per qualsiasi cliente.

Il personale addetto che costituisce il ristorante è maggiore a seconda della grandezza o dell’importanza del locale stesso; capiterà così che all’interno della stessa struttura qualora aumentassero la quantità di sale o rang si potrebbero trovare più persone con la qualifica di Maître e di conseguenza ulteriori chef de rang, commi e possibilmente sommelier. Davanti a tale situazione si avrà la suddivisione in:

* primo Maître
* secondo Maître
* terzo Maître

Infine concludo sostenendo e confermando che la CULTURA della cucina è stata inventata dai francesi.
Noi siamo un popolo di mangiapaneecipolla che si è rimediato la pasta e la pizza per non morire di fame.
Io sono ovviamente escluso da tale generalizzazione, perchè sono un Chef de Rang!

Baciucazzo!

lunedì 8 febbraio 2010

Terrorizzati!!!???!


San Diego, California. Settembre 2006.

GIORNO #1
-Tesoro? Ho sentito un rumore!
-Anch'io, amore! Veniva dal piano terra!
-Non andarci!
-Devo andare! Magari è l'entità che ci perseguita!
-Ho pauraaaa!!!!!!!!!!
-Mio dio!!
-Cos'era?
-Era la macchina del ghiaccio! Ma fa tutto 'sto casino?

GIORNO #2
-Aaaaaaaahhhh!!!!!!!!!!! Aiutoooooooo!!!!!!!!!!
-Oddio!! Che succede!!!!!??
-Mandalo viaaaaa!!!!!!!! Ho pauraaaaaaaaa!!!!!!!!!!
-Ma...è solo un ragnetto!
-E allora? L'ho trovato in bagno, è terrificante!!!! Abbracciami, ho pauraaa...!!!
-Vabbè...

GIORNO #3
-Amore guarda, ho ripreso la stanza tutta la notte con la telecamera: ecco la registrazione alle 3:49.
-Cosa si vede?
-Vedi la porta? Ecco!!!! Si è mossa!!! La finestra è chiusa, infatti i fiori sono immobili!
-OMMIODDIO!!!!!!!!! AaaaaaaaaaaaaaaHH!!!!!!!!!!!!!!!! Ho pauraaaaaaaaaa!!!!!!!!!
-Sìììì....è spaventoso!!!!!!!!!!!!!!!! Chiamiamo un'esorcistaaaaa!!!!!!!!!!
-Aaaaaaaaaaah!!!!!!!!! Sì!
-Aaaaaaaaaaah!!!!!!!!! Ecco il numero!

GIORNO #7
-Salve sono l'esorcista!
-Salve! Io sono Micah, questa bulimica troietta isterica è la mia compagna Katie.
-Piacere!
-Bè..Arrivederci!
-Ma come, se ne va???
-Avverto una presenza demoniaca moooooolto irritata per la mia presenza!!!! Se rimango sarà peggio per voi!!! Quindi levo le tende!
-La prego non se ne vada!!!!!!!!
-E ti pareva ora siamo soli!!!!!!!!!!!
-Aaaaaaaaaah!
-A parte urlare puoi fare qualcosa di costruttivo, brutta cretina!!!???!!!
-Nooooooooo!!!!!!!! Ho pauraaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!
-Ma se urli così metti paura anche a me!!!!
-Aaaaaaaaaaaaaaaaaah!!!!!!!!!!!
-AaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaHHHHHH!!!!!!!!!!!!!

GIORNO #16
-Cos'è stato?!!!
-Non lo so!!!!
-Oh mio dio!!!!!!!!!!!!!
-Cosa?!!!
-Mi ha morso!!!!
-Aaaaaaaaaaaaaaaaah!
-Aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaah!!!!!!!!!!!!!
-Moriremo!!!!!!!!!!!!!!!!!!
-Sì!!!!!!!! Ci ucciderààààààààà!!!!!!!!!!!!!!
-Aaaaaaaaaaaaaaah!

GIORNO #27
-Abbracciami!!!!
-Perchè?
-Indovina!
-Hai paura...
-Indovinato.
-Aaaaaaaaaaaaaah!
-Ma se ho paura io, perchè urli tu?
-Eh, mi sono confuso!! 'Sta sceneggiatura è tutta uguale!!!
-Adesso?!
-Boh....potresti urlare..
-Aaaaaaaaaaaaah!
-Mi piaci perchè non te lo fai ripetere

GIORNO #42
-Come ti senti?
-Spaventata!
-Io sono angosciato!
-ah sì? allora io sono inquietata!
-Io sono terrificato!
-Io sono pietrificata!
-Io sono traumatizzato!
-Io sono schocckata!
-Urliamo?
-Ma sì, ci stà!
-Aaaaaaaaaaaaaaaaaah!
-Aaaaaaaaaaaaah!!!!!!

GIORNO #64
-AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAHHHHHHHHHHHHH!!!!!!!!!!!!!!!!!!
-Uh, stavolta ci siamo! questo era un gran bell'urlo!! Se iniziamo già così ci sarà un demone a tre teste col cazzo a forma di anaconda!!!!!!!!!
Arrivo, amore che c'è?

ZZAAAAACCKKK!!!!!!!!!!!!

-Cazzo!!! Brutta troia mi hai appena accoltellato!!!!!!!!
-Eh, certo! il film stà per finire! Qualcosa doveva succedere!
-Ma vaffanculoooooo!!!!!!!! aaaaaaaah...muoioooo.....!
-Tu?! Pensa quelli che sono venuti a vedere 'sto film! La noia li avrà liquefatti!

-FERMI TUTTI! POLIZIA!
-Ah, salve! ho appena ucciso il mio ragazzo!
-E ADESSO MUORI ANCHE TU, BASTARDA!!!! BANG!BANG!BANG!

FINE.

Era la recensione di "Paranormal activity", il film che ha terrorizzato l'America..Sssì, e io sono un cardiochirurgo ninja che opera i Puffi a cuore aperto.

L'elemento più eccitante del film?
Il trailer.

venerdì 5 febbraio 2010

"Stand up!" 100 x 70 acrilic on beckrum


I can't fly, but i can kick your ass!

martedì 2 febbraio 2010